Un altro giro

Ottobre Dicembre 2020

Un altro giro, ancora in movimento, come su una giostra.

In questi tre mesi di programmazione, ai Teatri di Sant’Agostino e a Voltri, vedremo concentrate tutte le anime della Tosse: le produzioni della compagnia, l’ospitalità multidisciplinare e il teatro ragazzi la domenica per le famiglie. 

Per raccontare la nostra ripartenza abbiamo scelto l’immagine di una giostra, perché, come i bambini, non ci rassegniamo all’idea che non ci sia un altro giro.

Perché la giostra si muove, e noi che ci stiamo sopra siamo fermi, ma senza stare fermi. A volte, per muoversi non serve spostarsi, e allora, fermi, ripartiamo da noi stessi, dalle produzioni, ma coinvolgendo nuovi artisti e ripensando, con i loro occhi, anche il nostro modo di fare teatro. Concentrandoci sulle produzioni abbiamo costruito un programma perfettamente aderente alla nostra visione del teatro: un teatro contemporaneo (i testi che proponiamo sono stati scritti tutti dagli anni ’90 a oggi), che parli delle relazioni tra le persone, che utilizzi un linguaggio diretto, essenziale.  

La giostra è al centro del luna-park, il più popolare degli intrattenimenti, apparentemente sempre uguale, ma inspiegabilmente sempre al passo con i tempi, e noi vogliamo che, come il luna-park, il teatro sia una cosa semplice, popolare, senza barriere, per tutti, per tutte le tasche, avvicinabile, accogliente, anche per chi a teatro non è cosi assiduo.

Perché la giostra è, divertente. E noi non vogliamo avere paura neanche di far divertire.


Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2020

Top