23 marzo

Prometeoedio

  • Aldo Trionfo
  • 75'

Aldo Trionfo

75

Prometeodio

Emanuele Conte presenta terzo capitolo della trilogia del potere,dopo Antigone di Anouilh e Caligola di Camus.

L’attenzione si sposta dal potere in quanto tale alla ribellione al potere. Prometeo si ribella al potere in senso assoluto, quello che va oltre l'uomo e riguarda Dio. A un Dio tiranno, insensibile e distante, Prometeo contrappone una natura umana che, per quanto precaria e dolorosa, è comunque preferibile al terrore nel quale vivono gli Dei per la paura di perdere la propria immortalità. Come nella tragedia di Eschilo, il titano Prometeo, qui interpretato da Gianmaria Martini,  è condannato a soffrire in eterno - incatenato al centro della scena per tutta la durata dello spettacolo - per aver sfidato gli Dei, rubato il fuoco e averne fatto dono all'umanità. 

La costruzione drammaturgica si apre al confronto con modelli successivi - tra cui quello di Goethe - e va a configurare un lavoro impegnativo, fatto di riscritture e limature a un testo denso di temi fondamentali, che hanno influenzato nel corso dei secoli molti artisti nei campi del teatro, della letteratura e della musica.

 

di Emanuele Conte
da Eschilo
regia Emanuele Conte
costumi Daniela De Blasio
luci Tiziano Scali e Matteo Selis
assistente alla regia Alessio Aronne
con
Gianmaria Martini Prometeo
Alessia Pellegrino Bia (Violenza) e Io
Enrico Campanati Ermes
Roberto Serpi Efesto e Coro delle Oceanine
Pietro Fabbri Cratos (Potere) e Oceano
capo macchinista Marco Lubrano
macchinisti Carlo Garrone Fabrizio Camba
attrezzista Renza Tarantino
realizzazione costumi Umberta Burroni e Paola Ratto
direzione tecnica Roberto d'Aversa
acting coach di Gianmaria Martini Paolo Antonio Simioni
produzione Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse

Calendario e biglietti

Prezzo intero 14,00 €  - Prezzo ridotto 12,00 €
FUORI ABBONAMENTO
acquisto biglietti
marzo 2017
23
giovedì
alle ore 20:30

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2017

Top