08 febbraio

MAX MANFREDI

  • LaClaque
  • '

LaClaque

KATZENJAMMER (canzoni del giorno dopo)

Chiamasi “Katzenjammer” (termine tedesco che però si è allargato ben oltre i suoi confini) quel che in inglese è l’Hangover, cioè i postumi della sbronza. Ma “Katzenjammer” vuol dire in tedesco, letteralmente, “il lamento del gatto”.

Che le canzoni di Max, accompagnate da fior di musicisti, un vero ecosistema musicale che contribuisce a dargli forma e colori, possano essere scambiate per lamenti di gatto, è – salvo eccezioni momentanee – escluso. Ma ci piace pensare al rimedio raccomandato anche da insigni scrittori – Bulgakov ne “Il Maestro e Margherita” fra tutti – e dall’uso popolare proprio il giorno dopo la sbornia: Un altro cicchetto. Un altro bicchierino e qualcosa di sostanzioso e piccante da mandar giù. Le canzoni di Max sono “un rimedio omeopatico contro la nostalgia” di cui si nutrono. Sospese “tra sogno e realtà”, essenze, più che spremute o sciroppi, dell’uno e dell’altra, valgono a guarire dall’ubriacatura del giorno dopo della vita. E, come i vini migliori, invecchiare è per esse un pregio aggiunto. Se preferite la metafora ligure, sono un sostanzioso brodo di trippa, con l'aiuto del quale i marinai che si erano sbronzati la sera precedente recuperavano la forma abituale (abituale di quand'erano sobri, beninteso). In questa serata, Max Manfredi presenta sue canzoni vecchie e nuove, anche inedite, insieme a quattro musicisti di regola e d’eccezione


MAX MANFREDI e i musicisti Filippo Gambetta (organetto) Luca Falomi (chitarre) Alice Nappi (violino) e Marco Spiccio (pianoforte) 

Calendario e biglietti

Prezzo intero 12,00 €
acquisto biglietti
febbraio 2019
8
venerdì
alle ore 21:30

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2019

Top