19 aprile - 20 aprile

BEA

  • Dino Campana
  • 80'

Dino Campana

80

Mulino ad Arte

Vivere è un privilegio, è la forza con la quale ogni essere vivente si fa spazio sulla Terra.

Per natura si è portati a vivere concentrandosi sul presente, proiettandosi  verso il futuro.

Ma cosa succede quando cambiano le carte in tavola e ci si trova impossibilitati a continuare la meravigliosa corsa della propria esistenza?

Se la vita continua ma le condizioni non garantiscono la dignità della vita quale scelta prendere?


Se la vita prevede una trasformazione allora perch√© stare aggrappati fino all‚Äôultimo, anche quando non la si pu√≤ pi√Ļ vivere in maniera indipendente e autonoma?

Dove la coscienza non arriva sorgono paure, pensieri e parole.

Nella partita della vita forse merita giocarsi al meglio le proprie carte.

autore Mick Gordon

traduzione Francesco Scarrone

interpreti Clara Galante, Sena Lippi, Daniele Ronco

regia  Marco Lorenzi

costumi Roberta Vacchetta

Compagnia Mulino ad Arte 

La compagnia

L‚ÄôAssociazione Culturale Mulino ad Arte √® una compagnia teatrale under 35 che opera sul territorio nazionale dal 2009. Il cast √® composto da: Daniele Ronco e Jacopo Trebbi, diplomati alla Scuola di Teatro di Bologna ‚ÄúAlessandra Galante Garrone‚ÄĚ, Costanza Maria Frola presso Teatranza di Moncalieri. La compagnia produce spettacoli di repertorio e di drammaturgia contemporanea, partendo dall‚Äôurgenza di affrontare tematiche ‚Äúpop‚ÄĚ dal grande risvolto sociale, utilizzando principalmente i linguaggi della parola e della musica, con un‚Äô attenta ricerca che miri ad un‚Äô unicit√† di rappresentazione, adottando un linguaggio schietto e diretto in modo da arrivare a tutte le fasce di pubblico.

Partiamo dalle premesse: Una giovane donna, forse troppo giovane, con un male incurabile che chiede di essere capita. Una madre, sua madre, che chiede come pu√≤ trovare la forza di capire. Un giovane uomo, non pi√Ļ troppo giovane, che si chiede come ci si √® ritrovato... Questo √® Bea.¬†

Non credo che si tratti di chiedermi dove è la ragione e dove no. Credo piuttosto che il fulcro di tutto sia lo smarrimento che provo davanti a due ragioni, a due posizioni, o forse tre... A tre storie e tre destini che chiedono ascolto e comprensione. Ecco... Alla luce di tutto questo mi sembra che questo testo non sia solo un modo per affrontare un nervo scoperto nel dibattito contemporaneo, il Fine Vita, ma che sia anche una grande opportunità per fare Teatro nel senso che mi piace. Ovvero nel senso di un incontro intimo e profondo tra attori e spettatori che si ritrovano per condividere una domanda, una scomodità, una "possibilità". 

Ero spaventato dall'idea di cadere nella facile retorica nell'affrontare il tema del Fine Vita, ma quando ho cominciato a leggere questo testo, ho capito che la strada era giusta. Bea √® un testo meraviglioso, un piccolo miracolo di equilibrio e tenerezza. √ą una bella scommessa da affrontare e una grande opportunit√† da cui partire.¬†

Marco Lorenzi

Calendario e biglietti

Prezzo intero 15,00 €
LO SPETTACOLO FA PARTE DELLA RASSEGNA PASSAGGI
acquisto biglietti
aprile 2019
19
venerdì
alle ore 19:30
20
sabato
alle ore 20:30

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2019

Top