20 gennaio - 21 gennaio

IL SOGNO DI FRIDA

  • Dino Campana
  • '

Dino Campana

Cattivi Maestri

Perché raccontare Frida Kahlo ai bambini con uno spettacolo teatrale? Frida è ispida, è sofferente e insofferente, è tutto il contrario delle principesse, delle fatine, delle bambine "belle e buone". Allora perché?

Perché nessuno come lei ha rappresentato e rappresenta il potere salvifico dell'arte; Raccontare Frida è raccontare il suo modo "ingegnoso" di affrontare la disabilità. 

Frida (Kahlo) √® una bambina e come tutte le bambine ha la testa piena di sogni. Uno dei sogni pi√Ļ forti √® quello di ballare, ma Frida non pu√≤ ballare: le sue gambe non glielo permettono. Allora si inventa una vita "altra" dove la sua amica del cuore immaginaria balla al posto suo, ride quando lei vorrebbe piangere, tace e la osserva ogni volta che vorrebbe star sola e invece √® costretta a parlare e a esporsi.

La sua amica le svela che saranno le sue mani a ballare, che la sua danza sarà la pittura, che il suo non sarà un futuro facile, ma pieno di bizzarro amore e colore, che la sua diversità la renderà unica, inimitabile e indimenticabile!

Frida è figlia del Messico dove le piogge fanno nascere fiori bellissimi. E lei è uno di quelli.

E con la sua amica del cuore viaggerà nel tempo e nello spazio, nelle immagini dei suoi quadri, attraverso le pagine dei suoi diari e sarà la sua amica a svelarle il segreto prezioso che farà di lei una donna da ricordare: "che importa avere gambe se si hanno ali per volare?

Età: dai 5 anni, infanzia, tutta primaria
Tecnica: attore


regia di Annapaola Bardeloni 

con Francesca Giacardi e Maria Teresa Giachetta

 Compagnia Cattivi Maestri 

Calendario e biglietti

Prezzo intero 8,00 €  - Prezzo ridotto 6,00 €
Per le repliche al mattino: nidi, scuole infanzia e primarie biglietto euro 5
gennaio 2019
20
domenica
alle ore 16:00
21
lunedì
alle ore 10:00

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2018

Top