08 dicembre

ME MYSELF AND I

  • La Claque in AgorĂ 
  • 60'

La Claque in AgorĂ 

60

Compagnia Itinèrrances

Come proponeva Anna Halprin,  la cui filosofia ha influenzato e nutrito la ricerca di Christine Fricker, il punto di partenza di questo spettacolo è la richiesta rivolta a ciascun danzatore di disegnare sé stesso, le proprie ossessioni, fantasie, ricordi. Pertanto i fogli bianchi sono presenti per tutta la durata della performance.
Lo spettacolo indaga la relazione tra individuale e collettivo: l’individuo come soggetto di osservazione di sé nella sua relazione con gli altri e con l’ambiente circostante. I tre danzatori interpreti sono coinvolti in un’indagine che li porta ad esplorare una diversa visione di sé stessi nel tentativo di rispondere alle domande: Come posso essere me stesso? Cosa posso mostrare e cosa non voglio mostrare di me? Qual è la distanza tra una visione idealizzata di me e l’immagine di me che realmente si produce in scena? A queste domande i danzatori rispondono da punti di vista diversi: in modo pragmatico, fantastico, didattico, ciascuno attingendo dalla propria storia personale. Il desiderio è quello di comprendere e far comprendere ciò che è veramente importante mostrare in scena, senza essere condizionati dall’artificio dei codici di rappresentazione. Così come proponeva Anna Halprin,  la cui filosofia ha influenzato e nutrito la ricerca di Christine Fricker, il punto di partenza di questo spettacolo è la richiesta rivolta a ciascun danzatore di disegnare sé stesso, le proprie ossessioni, fantasie, ricordi. Pertanto i fogli bianchi sono presenti per tutta la durata della performance.


A seguire incontro / dibattito tra il pubblico, la coreografa Christine Fricker e i danzatori della compagnia Itinèrrances, formati al Tamalpa Insitute di Anna Halprin   

ideazione e coreografia Christine Fricker
interpreti Aude  Cartoux, Yendi Nammour, Yoann Boyer 
Compagnia Itinèrrances 

con il contributo della Régie Culturelle Régionale Provence -Alpes - Côte d’Azur,  supportato da la Gare Franche  - l’officina nell’ambito del Festival Dansem 2016  - Klap, maison pour la danse  - Pôle 164


La compagnia

Fondata nel 1991 a Marsiglia da Christine Fricker la compagnia Itinèrrances mette l’essere umano al centro e al cuore dei propri progetti. All’interno della compagnia la direttrice artistica e coreografa Christine Fricker lavora con i singoli interpreti dando spazio alla dimensione fondamentale della personalità di ciascuno di loro, ricercando la verità del corpo nella persona, senza idolatria per la tecnica e l’autorialità. Il suo lavoro si basa sul fatto che ogni interprete ha il proprio segno caratteristico e può creare la propria scrittura fisica attraverso un pieno coinvolgimento in scena.  La scelta di supporti musicali così come la creazione di particolari ambienti sonori contribuiscono alla creazione degli spettacoli, che oscillano sempre in costante equilibrio tra teatralità e astrazione, tra rigore e disordine. La compagnia Itinèrrances ha creato e prodotto molti lavori per ogni tipo di pubblico, in Francia e altri paesi,  in teatri e in spazi atipici (piazze, scuole, musei, gallerie d’arte) portando la danza all’incontro con altre discipline. Nel gennaio 2015 Itinèrrances si è unita alla compagnia Meaari per dar vita a Marsiglia allo spazio Pole 164, luogo di creazione in cui condividere il lavoro artistico e le iniziative rivolte al pubblico. Il desiderio di trasmissione è l’elemento centrale e fondante che anima la programmazione  di Pole 164. La danza è il grande strumento attraverso il quale ciascuno può entrare in profonda connessione con il proprio corpo e può apprendere dall’essere in movimento insieme agli altri.

Calendario e biglietti

dicembre 2017
8
venerdì
alle ore 20:30

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2017

Top