02 febbraio - 11 febbraio

IL MAESTRO E MARGHERITA

  • teatro e danza
  • Aldo Trionfo
  • 90'

teatro e danza

Aldo Trionfo

90

Emanuele Conte e Michela Lucenti

A cinquant’anni dalla sua pubblicazione, il capolavoro di Bulgakov  diventerà un evento teatrale capace di fare interagire danza, teatro, musica e arte visiva. Dopo il successo di Orfeo rave Emanuele Conte e Michela Lucenti si confrontano con un capolavoro della letteratura russa e mondiale. Il Maestro e Margherita è parte del focus "La parola che danza al Teatro della Tosse": tre spettacoli tra teatro e danza, esito della collaborazione, partita nel 2015 fra lo storico teatro di Sant’Agostino e Balletto Civile. In programma fino all’11 febbraio, in debutto nazionale “Il Maestro e Margherita”, di Emanuele Conte e Michela Lucenti e a seguire “Bad Lambs”, dal 13 al 15 febbraio e “Nell’Aere/Inferno #5”, il 17 e 18 febbraio, entrambi firmati da Balletto Civile. Tre creazioni che raccontano di un teatro che non ha paura del “contagio” e che, anzi, lo ritiene la maniera più sensata per restare vivo.


Giunto a Mosca sotto le spoglie di un mago accompagnato da un bizzarro corteo di diavoli aiutanti, Satana sconvolge la pigra routine della capitale sovietica. Alle tragicomiche sventure di piccoli funzionari e mediocri burocrati della vita e dell’arte, fa da contrappunto la magica storia d’amore tra uno scrittore, il Maestro appunto, e Margherita, la sua inquieta e tenera amante. Tratto da un’opera complessa, pubblicata postuma, bruciata dall’autore nella prima versione per sfuggire alla censura, che intreccia diversi piani narrativi - l’amore tra il Maestro e Margherita, la storia di Pilato e la storia del Diavolo a Mosca – lo spettacolo sottolinea l’eterna lotta tra bene/male, colpa/innocenza, illusione/verità. Ci racconta in particolare della paura che suscita la verità. Un racconto corale -  undici gli interpreti sul palcoscenico e fra gli spettatori, in platea-  su una scena ricca, raffinata e piena di sorprese, a cavallo fra luoghi della mente e un cabaret degli anni ’30, scuro e conturbante come la voce di Marlene Dietrich. Il teatro di Conte e la danza di Lucenti hanno in comune una grande attenzione verso la musica, perfetto elemento di raccordo fra due discipline qui tese verso un dialogo profondo tra loro, in cui nessuna delle due è esclusivamente a servizio dell’altra.

regia di Emanuele Conte e Michela Lucenti

testo di Emanuele Conte ed Elisa D’Andrea liberamente ispirato al romanzo di Michail Bulgakov

coreografie Michela Lucenti

assistenti alla regia Alessio Aronne e Ambra Chiarello


impianto scenico Emanuele Conte
animazioni video Paolo Bonfiglio

costumi Chiara Defant

luci Andrea Torazza

musiche Tiziano Scali e FiloQ 

pianoforte e musiche originali Gianluca Pezzino

con Andreapietro Anselmi, Fabio Bergaglio, Maurizio Camilli, Pietro Fabbri, Michela Lucenti, Marianna Moccia, Alessandro Pallecchi, Stefano Pettenella, Gianluca Pezzino, Paolo Rosini, Emanuela Serra, Natalia Vallebona 

direttore di scena Roberto D’Aversa

elettricista Matteo Selis

macchinista Fabrizio Camba

attrezzista Renza Tarantino

costruzioni Carlo Garrone

assistente ai costumi Daniela De Blasio

sarta Anna Romano

produzione Fondazione Luzzati-Teatro della Tosse e Balletto Civile

Calendario e biglietti

VENERDI' 9 FEBBRAIO DOPO IL MAESTRO E MARGHERITA

La serata continua a LA CLAQUE con SYMPATHY FOR THE DEVIL 

Esposizione tavole realizzate da GIAMPAOLO BONFIGLIO per lo spettacolo 

Musica live di FILO Q, TIZIANO SCALI, RAFFAELE REBAUDENGO 

Ingresso libero, consumazione a pagamento.

Prezzo intero 20,00 €

BIGLIETTO 20 € REPLICHE DI FEBBRAIO 2018


acquisto biglietti
febbraio 2018
2
venerdì
alle ore 20:30
3
sabato
alle ore 20:30
4
domenica
alle ore 19:00
6
martedì
alle ore 20:30
7
mercoledì
alle ore 20:30
8
giovedì
alle ore 19:30
9
venerdì
alle ore 20:30
10
sabato
alle ore 20:30
11
domenica
alle ore 18:30

Realizzazione sito web a cura di Kar-tr design © 2018

Top